Arbeit Macht Frei: “Il lavoro rende liberi”

In molti giovani è sempre più diffuso il desiderio di prende parte ai “Viaggi della Memoria”,  quei luoghi di deportazione e campi di sterminio, dove si è consumatao il più grande orrore dell’umanità. Auschwitz-Birkenau. Di seguito vi proponiamo una testimonianza. di Peppe Ruffino –   Una delle esperienze più forti e significative della mia vita è stata sicuramente … Continua a leggere

Giornata della Memoria, per non dimenticare

Avevamo deciso di trovarci, noi italiani, ogni domenica sera in un angolo del Lager; ma abbiamo subito smesso, perché era troppo triste contarci, e trovarci ogni volta più pochi, e più deformi, più squallidi. Ed era così faticoso fare quei pochi passi: e poi, a ritrovarsi, accadeva di ricordare e di pensare, ed era meglio … Continua a leggere

Violini sopravvissuti alla Shoa insieme in un concerto all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Diretta su Rai5 dalle ore 20,00

Le note di questi violini portano un messaggio di speranza e di pace che, partendo dall’Olocausto, vuole essere di monito all’umanità tutta perché lo sterminio di un popolo non si ripeta mai più. Il 27 gennaio 2014, in occasione del sessantanovesimo anniversario della liberazione dei deportati dal lager di Auschwitz, l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane … Continua a leggere

27 gennaio…

Ricordare per sensibilizzare le coscienze di tutti noi e nel contempo impedire errori del passato per costruire un futuro che si ispiri sempre più a ideali di libertà e di pace.  Il Giorno della Memoria è stato istituito dal parlamento italiano, legge 211 del 20 luglio 2000,  come ricorrenza per commemorare le vittime del nazionalsocialismo e dell’olocausto. … Continua a leggere