Marineo: futuro incerto per la squadra di calcio Oratorio San Ciro e Giorgio, neo promossa in eccellenza.

Campo di calcio Marineodi Tommaso Salerno –

Terremoto Oratorio San Ciro e Giorgio. Ha del clamoroso, infatti, la notizia secondo cui la società marinese avrebbe intenzione di rimettere la squadra, neo promossa in Eccellenza, nelle mani del sindaco, Franco Ribaudo. Con una lunga nota, pubblicata nella propria pagina Facebook, i membri del direttivo hanno rimarcato le serie difficoltà nel portare avanti la gestione societaria. Alla base, a parte la questione “campo”, anche carenze di fondi: “Incentivi non ne riceviamo da anni; il torneo in cortile non ci è possibile organizzarlo; non abbiamo certezze sull’impianto sportivo da mesi e, sinceramente, è impossibile che si possa fare un campionato di Eccellenza giocando sempre fuori casa”. La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso sarebbe stata l’organizzazione del tradizionale torneo estivo nei locali del cortile scolastico. Secondo quanto emerso, infatti, i dirigenti dell’Oratorio San Ciro e Giorgio, in sede di presentazione della richiesta per la fruibilità della struttura, avrebbero già trovato una precedente domanda formulata dall’altra società calcistica marinese, la “Santa Maria della Dayna”. “Abbiamo tentato di trovare un punto d’incontro con loro, proponendo di suddividere il torneo in fasce orarie. La risposta? Siamo stati minacciati, offesi e accusati di essere scorretti e di non rispettare il ricordo dello storico presidente della Santa Maria della Dayna, a cui verrà dedicato il torneo stesso”. Una situazione che avrebbe portato i dirigenti dell’Oratorio a prendere una decisione drastica: consegnare la squadra al primo cittadino marinese. “Abbiamo la coscienza pulita e la testa alta, siamo pronti a farci da parte – continua il comunicato – ci sono troppe forze che stanno cercando di far finire il calcio nel nostro paese. L’Eccellenza se ne va in frantumi”. Parole dure che hanno trovato risposta nelle dichiarazioni del presidente della Santa Maria della Dayna: “Non c’è nulla da commentare, sono semplicemente senza parole. Abbiamo organizzato una riunione dove avevamo deciso di organizzare questo memorial venendo incontro alle nostre e alle loro esigenze, accettando la loro proposta di devolvere parte del ricavato per iscrivere il Marineo in Eccellenza. Dopo un paio di giorni, hanno rifiutato, ribaltando una loro richiesta. E’ triste, comunque, che dietro ad un desiderio simile, quale quello di ricordare una persona che amava il calcio e che ci ha lasciato da pochissimo, debbano esserci polemiche e prese di posizione del genere”. E’ intervenuto sulla vicenda anche il primo cittadino marinese, Franco Ribaudo: “I dirigenti dell’Oratorio, sino a qualche giorno fa, hanno ricevuto ampie spiegazioni sulla questione campo; sanno bene che sono scomparsi i soldi, utilizzati dall’amministrazione precedente come spesa corrente; c’è un procedimento penale in atto. Io mi sto impegnando per risolvere la questione, facendo i salti mortali per pagare la ditta e terminare i lavori di ristrutturazione del campo il prima possibile, anche a costo di non pagare il personale. Sulla questione cortile? Sono semplicemente arrivati in ritardo. Lo sport è anche questo, rispetto delle regole”.

L’ amministrazione uscente, preso atto delle dichiarazioni del sindaco Ribaudo, ha dichiarato di riservarsi la possibilità di rispondere a breve.

Giovanni Puccio Assicurazioni

GELATERIA AZZURRA

norman

euronic city misilmeri bolognetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: