La Musa della pittura a Marineo

salvatore_sabellaPersonale di Pittura dell’artista Salvatore Sabella al Castello Beccadelli di Marineo. 22 aprile – 14 maggio 2017.

di Rosario Pollina –

Ora che le tele hanno raggiunto quotazioni proibitive è invalsa la moda dei «falsi d’autore», vale a dire prodotti realizzati da talenti più o meno agguerriti che riproducono qualsivoglia dipinto prestigioso esibendo orgogliosamente la loro “firma”. Ma non per mercimonio o per venalità Salvatore Sabella s’è impelagato in tale attività creativa: in realtà egli obbedisce a un impulso, a un bisogno profondo dell’anima che lo inducono a rapportarsi con un maestro illustre, carpendone per così dire “vampiristicamente” i più celati segreti. L’operazione ha invero due livelli di lettura: per l’osservatore “ingenuo” si tratta dì ammirare un «capriccio artistico», mentre per l’amateur è l’occasione per apprezzare la dialettica dell’«emulazione creativa», cioè i percorsi più o meno laboriosi e intricati di una tecnica assai esperta e avvertita, che captando i significati del capolavoro gareggia nel restituire la purezza del dettato artistico.

Né è un caso che Sabella si fermi all’impressionismo, con qualche rada scorribanda nel novecento più “tradizionale”. Egli infatti sente il bisogno di confrontarsi con rassicuranti certezze, fuori dalle inquietudini e dalle oltranze delle avanguardie più “disperate”. E in questo pacato fluire delle immagini il pittore ripercorre il suo passato, con le speranze giovanili, le certezze della maturità, le malinconie della “terza età”, quando, spenti gli ardori, il maschio approda a una benevolenza e a una serena coscienza che lo portano a guardare con saggia indulgenza anche ironica ai fatti umani. Come molti, Sabella s’apre a orizzonti metafisici andando aldilà delle contingenze. In tal senso egli appartiene in definitiva alla schiera dei maestri “senili” che hanno saputo trasformare e trasfigurare le forme in dissolvenze di sovrana e sapiente «sprezzatura», come usava dirsi nel rinascimento, epoca cui il nostro artista guarda con pungente e ammirata nostalgia.

Salvatore Sabella nasce a Monreale il 29 Agosto 1948. Il suo cammino artistico e creativo inizia frequentando il nascente Istituto Statale d’Arte per il Mosaico del suo paese d’origine, creato e diretto dal dall’eclettico artista monrealese prof. Benedetto Messina. Solo in età adulta, intorno ai 40 anni, inizia l’esperienza della pittura olio su tela da autodidatta. Fin dai suoi primi dipinti sono palesi le sue doti Artistiche, che emergono in maniera decisa. Supportato e incoraggiato dalla moglie e dalle persone a lui più vicine, prende parte ad alcune mostre esponendo dipinti di vario genere. Il suo percorso artistico lo ha reso capace di riprodurre, in modo eccellente, copie di opere di pittori famosi quali: Leonardo da Vinci, Michelangelo, Raffaello, Beato Angelico, Caravaggio, Van Gogh, Monet, Degas, Renoir, Gauguein, Klimt, Ingris ed altri ancora. Allo stesso tempo è riuscito, in crescendo, a creare opere dalla semplice osservazione di paesaggi dal vero a nature morte e situazioni del vivere quotidiano, venendo generalmente considerato un artista versatile. Non si lascia impressionare dalle grandi opere famose da riprodurre come ad esempio “l’Annunciazione ” del Beato Angelico o dalla “Conversione di San Paolo” di Caravaggio, sfide sempre più particolari con se stesso e con le sue capacità.

Salvatore Sabella ha ricevuto notevoli consensi nelle diverse mostre a cui ha preso parte, esponendo sempre in collettive. Nello scorso autunno, in questo stesso luogo, ha esposto ricevendo notevoli consenso e apprezzamento sia da parte degli artisti compartecipanti, dai visitatori ed anche dagli stessi organizzatori e curatori dell’evento. Dall’artista la critica del pubblico e sempre stata considerata come elemento gratificante ma al contempo costruttivo; molti simpatizzanti lo invitano da tempo a rendere più visibile i suoi lavori artistici ed è per tale motivo che Salvatore si è deciso ad esporre in questa personale.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: