Giusto Sucato un’artista che ha promosso il territorio valorizzando l’arte povera

Mimmo Vitale e Giusto Sucato

Mimmo Vitale e Giusto Sucato in una foto degli anni ’80

di Ciro Spataro

Giusto Sucato se n’è andato nel sonno senza nemmeno accorgersene per lui forse la morte migliore, dopo tanti anni di sofferenza sopportata con una grande dignità.

Ci eravamo conosciuti negli anni 70, quando accompagnava giovanissimo Francesco Carbone, seguendone sia il Movimento delle Comunità di base che il modello culturale estetico dell’arte cosiddetta povera che si andava definendo all’interno del Museo di Godranopoli.

Quello che mi colpiva di Sucato era la sua creatività, con il ridare smalto ai vecchi arnesi del lavoro contadino ed artigiano, che ridiventavano vivi e palpitanti attraverso una visione culturale che lo vedeva in contrapposizione alla tecnologia imperante in quegli anni.

La nostra era un’amicizia bella, cresciuta insieme al pittore Mimmo Vitale, sempre attorno alla figura magnetica e carismatica di Ciccino Carbone che ci coinvolse in diverse iniziative di Incontrazione con Beno Mazzone sul tema dell’arte legata al territorio.

Francesco Carbone lo considerava come un figlio spirituale e nel 1998, in occasione della mostra tenutasi a Fiumara d’arte, presso la Sala Bianca di Castel di Tusa, lo definì “ Inimitabile inventore dell’arte del fare “. E nella presentazione di quella mostra, intitolata “ Sedie” Carbone scriveva : “una notevole influenza operativa gli è derivata dalla sua collaborazione attiva ( e sin dalla creazione) , con il Museo Etnoantropologico di Godranopoli, di cui ha voluto proiettare gli intendimenti e le operazioni, creando nel suo paese, Misilmeri , un’apposita galleria d’arte omonima alla struttura di Godrano , la quale ha già al suo attivo una interessante serie di rassegne corredate da dibattiti pubblici sulle situazioni dell’arte contemporanea “.

È stato un’artista ecclettico di cui si continuerà a parlare per le opere ed il messaggio che da loro promana, ma oggi mi preme porre in evidenza il suo carattere mite, la sua bontà unita ad una umanità senza pari che trapelava da tutto il suo essere.

Annunci
Comments
One Response to “Giusto Sucato un’artista che ha promosso il territorio valorizzando l’arte povera”
  1. sofia ha detto:

    Che emozione……

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: