Ricordare… la semplicità e la bontà! Pina Azzara

 

di Ciro Realmonte

Pina Azzara

Pina Azzara

Marineo – La tragica notizia della dipartita di Pina Azzara, ha  suscitato   in tutta la comunità  sentimenti di  profondo dolore,  illuminati  dalla  consapevolezza che  Pina era  arrivata   nella casa del Padre  per  celebrare il suo Natale con le mani pieni della sua semplicità, del suo senso di onestà e dedizione nel suo  lavoro, che la vedeva  sempre in dialogo con gli altri.

Mi piace ricordarLa  come modello  per  la  sua  semplicità  e bontà, che si esprimeva  nelle  forme  a  Lei  più convenievoli.

Leggere  nei volti  di Gabriella, Cinzia  e altre amiche  il dolore  per quanto accaduto è certamente la testimonianza  del  loro profondo  affetto.

Per tantissimi  anni ha lavorato  presso  la  Dott.ssa  Sangiorgi, esprimendo il meglio di se nel servizio quotidiano, a tal punto da  sentirsi a casa sua.

Non era più un semplice  rapporto di lavoro, ma una  presenza affettuosa  e  laboriosa.

Parlare di Pina, significava  riferirsi alla sua Dottoressa, alle sue  amiche  e  alla sua Tanzania.

Grazie alla Dott.ssa  Sangiorgi, Pina ha avuto modo di  spalancare la sua finestra  al mondo, di  uscire  per  conoscere  altre realtà diverse per cultura  e  territorio, dalla sua Marineo.

Domani pomeriggio, la comunità  parrocchiale  celebrerà  la liturgia delle esequie, vogliamo unirci  alla  preghiera perché  il  Signore  l’Emmanuele, morto e  Risorto, accolga questa nostra sorella nella  gioia del  Presepe del cielo.

Annunci
Comments
One Response to “Ricordare… la semplicità e la bontà! Pina Azzara”
  1. Giuseppe Taormina ha detto:

    Alcuni amici che non usano facebook mi hanno chiesto di inserire la poesia di Laura La Sala dedicata a Pina Azzara su Marineo Weblog. Ecco Fatto.

    Dedica a Pina Azzara

    Pinùsa sona la campana:
    ci lassa na picciotta bona, bona..
    Assicutata di la mala sorti
    Pina, avia truvatu cu la vulia beni
    e lu so beni idda lu daja a l’ atri
    Ci voli sorti pi tirari avanti
    Ma l’ali Pina, l’avia nta lu cori:
    Puru cu picca sì cùnuttava
    Pinsatici vui Matri Divina!
    Mittiti Pina sutta lu vostru mantu
    Prutiggiti sta figghia.. era accussi duci
    Quagghià comu n’acidduzzu
    mentru gudìa anticchia,
    Ma lu distinu spissi voti e cchiù nfami!
    di lu pitittu stessu.
    Ciao
    Laura la Sala

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: