Ribaudo (Pd): “Imu dei terreni, sospesi i pagamenti previsti per il 16 dicembre”

Roma 4 Dicembre – “ Poche ore fa in Commissione Finanze, una nota del sottosegretario all’Economia Pier Paolo Beretta ha confermato la sospensione del pagamento dell’Imu per quanto riguarda i terreni, annullando la scadenza prevista per il 16 dicembre. Beretta che nel corso della giornata ha risposto al question time al Senato ci ha spiegato che l’Imu dei terreni ex montani viene prorogato a giugno. Restano esenti dal pagamento i comuni la cui altitudine è superiore a 600 metri come ad esempio il Comune di Marineo.

Nell’attesa il Governo cercherà di individuare dei criteri migliori per distinguere chi dovrà pagare da chi invece avrà diritto all’esenzione. Tecnicamente per far slittare la scadenza sarà inserito un decreto legge alla manovra o un emendamento alla stessa legge di stabilità.

Diffidate da chi in queste ore si è adoperato per fare disinformazione pubblicando false notizie sui vari siti e blog ospitati dalla rete. Nulla cambia, invece, per i terreni che già pagavano l’Imu con le vecchie regole.” Lo scrive in una nota il deputato del Pd Franco Ribaudo, membro della VI Commissione Finanze alla Camera dei Deputati.

Advertisements
Comments
5 Responses to “Ribaudo (Pd): “Imu dei terreni, sospesi i pagamenti previsti per il 16 dicembre””
  1. Anonimo ha detto:

    dalla fatwa all’altitudine del comune di marineo, il passo è breve…. meno di 69 metri…poveri noi!!!!
    franco calderone

    Mi piace

  2. Giuseppe Taormina ha detto:

    nel sito del comune trovo questi dati, quali saranno presi in considerazione per l’altitudine? se vengono considerati 608 metri s.l.m. Il comune di Marineo è esente dal pagamento

    TERRITORIO DI MARINEO
    Superficie di Marineo 3 332 ettari
    33,32 km² (12,86 sq mi)
    Altitudine minimale 239 metri s.l.m.
    Altitudine massimale 977 metri s.l.m.
    Altitudine media sul comune 608 metri s.l.m.
    Altitudine della casa comunale di Marineo 531 Metri sul livello del mare
    Coordinate Decimali
    Latitudine: 37.9515
    Longitudine: 13.4153
    Coordinate Sessagesimali
    Latitudine: 37° 57′ 5” Nord
    Longitudine: 13° 24′ 55”

    INFO: IL SOLE 24 ORE Mini-rinvio per l’Imu agricola di Gianni Trovati | 5 dicembre 2014

    Il rinvio dell’Imu sui terreni ex montani ci sarà, ma non potrà arrivare fino a giugno perché le regole di contabilità europea non permettono di accertare quest’anno un’entrata destinata a diventare effettiva così tardi. Alla luce di questo problema, ricordato dalla Ragioneria dello Stato, la nuova data da segnare sul calendario sarà con tutta probabilità il 26 gennaio. Dopo di che, come promesso dal Governo, l’intera disciplina sarà rivista per dividere con criteri più razionali i terreni paganti da quelli esenti e questo riordino potrebbe essere retroattivo: i pagamenti di gennaio, in quest’ottica, potrebbero essere considerati “provvisori”, e dare luogo a rimborsi (o conguagli) una volta partoriti i criteri definitivi.

    La decisione di rinviare l’appuntamento con i nuovi pagamenti, inizialmente previsti entro il 16 dicembre, è stata accolta con soddisfazione da professionisti, amministrazioni locali e partiti, che nei giorni scorsi si erano ribellati coralmente al decreto con i nuovi parametri spuntato in extremis. Agrinsieme, il coordinamento che rappresenta le aziende e le cooperative di Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative italiane, ha però fatto un passo in più, chiedendo espressamente al Governo di sospendere del tutto l’imposta, e in prospettiva di eliminarla. Sono bastate poche ore, in effetti, per rendersi conto che il rinvio non basta a risolvere il problema, tanto più dopo che il progetto iniziale del Governo di una proroga a giugno è inciampata nelle regole contabili.

    Il problema è il seguente. La riscrittura dei parametri, che fa perdere l’esenzione totale in quasi 2mila Comuni e cambia le regole in altrettanti, serve a raccogliere 350 milioni di euro, che lo Stato ha già speso nelle coperture del “bonus Irpef”. Il nuovo obbligo di pagamento, quindi, si trasforma in un taglio di 350 milioni ai Comuni, chiamati a recuperare le risorse dai nuovi contribuenti Imu. In questo quadro, la proroga può rinviare il pagamento ma non il taglio operato sui Comuni, altrimenti si aprirebbe un buco nei conti dello Stato: i sindaci, quindi, dovrebbero poter iscrivere a bilancio in modo «convenzionale» un’entrata che arriverebbe solo dopo.

    Questo il meccanismo e qui il problema: come ricordato dalla Ragioneria, l’accertamento convenzionale si deve trasformare in un incasso entro il mese di gennaio, per consentire che l’entrata sia considerata nel consolidato pubblico che l’Italia presenta a Bruxelles. La prova è in un precedente recente, quello della «mini-Imu» e della maggiorazione statale Tares che furono chieste ai contribuenti a gennaio di quest’anno, perché la relativa entrata era stata contabilizzata nel 2013.

    Conseguenza: nei Comuni che hanno un’altitudine «al centro» fino a 280 metri tutti i terreni sono chiamati a pagare l’Imu, in quelli dove l’altitudine è fra 281 e 600 metri sono esenti solo i terreni di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, e l’esenzione totale rimane solo da 601 metri in su. La scadenza per i nuovi contribuenti dovrebbe essere fissata al 26 gennaio (senza spostare, par di capire, quella del saldo Imu sui terreni che già pagavano con le vecchie regole), ma si pone il problema dell’aliquota nei tanti Comuni che non ne hanno mai decisa una perché i loro terreni erano esenti. Il parametro in questi casi dovrebbe essere quello standard, del 7,6 per mille.

    Mi piace

  3. Giuseppe Taormina ha detto:

    PER CHI VUOLE APPROFONDIRE L’ARGOMENTO ECCO la nota del sottosegretario Pier Paolo Beretta. http://www.primadanoi.it/news/italia/555235/Imu-terreni-agricoli–Governo-pronto.html

    A BUON INTENDITOR POCHE PAROL

    Mi piace

  4. Andrea ha detto:

    Il Decreto stabilisce di prendere in considerazione l’altitudine indicata nell’elenco dei comuni italiani pubblicati sul sito dell’ISTAT……………….. MARINEO 531 metri !!! FREGATI !!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: