Derby Bolognetta – Marineo: poco dolce molto amar…ineo

In mezzo a blindati, pattuglie e forze dell’ordine, il Bolognetta vince (2-1) un derby bello ed equilibrato. Li Castri: “La solita sfortuna”. Brutto gesto di Ignazio Sclafani che, sostituito, getta per terra la maglia: “Chiedo scusa ma vado via!”.

E’ successo di tutto, ma veramente di tutto. L’attesa spasmodica durata più di dieci anni rotta da una notizia clamorosa: “il derby, Bolognetta-Marineo, si giocherà a porte chiuse”. La notizia, frutto di una lettura rigorosissima del contratto di concessione del “Comunale” di Bolognetta alle due società e di qualche sfottò di troppo da parte dei tifosi, ha letteralmente scatenato il putiferio all’interno delle due comunità vicine, ma non troppo. Un vero e proprio dramma sportivo per una gara attesissima, forse troppo. L’arrivo al “Comunale”, domenica dopo pranzo, mette i brividi: un blindato dei carabinieri “torreggia” nello spiazzo limitrofo all’impianto sportivo, altre forze dell’ordine presenziano all’interno della tribuna inagibile, altre ancora attendono l’arrivo degli atleti. Nei loro occhi solo tristezza: “abbiamo perso tutti, prima ancora di cominciare”. Poi la partita, che quasi passa in secondo piano; così tanto attesa, così tanto normale. Bella, divertente, all’insegna del fair play e del rispetto reciproco. L’Oratorio San Ciro e Giorgio (al secolo, per tutti, Marineo) mostra un bel gioco, tiene bene il campo, sembra aver ritrovato il carattere di una volta. Poi, il solito, imprendibile La Barbiera fa tornare tutti sulla terra: cavalcata sulla destra, ingresso in area e palla a rimorchio verso Cannova che festeggia il primo derby in carriera con un gol che difficilmente riuscirà a dimenticare. I marinesi non mollano, è pericoloso soprattutto Ignazio Sclafani, “sprovvisto” della fascia di capitano tramandata al solito, roccioso, Totò Roma. Nel finale di tempo Raineri ha l’opportunità per il 2-0, quello che probabilmente avrebbe rotto gambe, tibie e peroni ai compaesani che indossano la maglia rossa: Mancuso, però, estremo difensore ospite, salva la porta. Nella ripresa succede qualcosa che mai avremmo voluto vedere (o meglio, ri-vedere); Ignazio Sclafani, sostituito al 59’ da Li Castri, esce, visibilmente adirato per la scelta tecnica, e, togliendosi la maglia, la getta per terra. Un gesto brutto, soprattutto visto il peso specifico che, a livello di destabilizzazione dell’ambiente, può avere: sotto di un gol, a mezz’ora dal termine, durante un match considerato comunque da “bollino rosso” e compiuto, tra l’altro, da un giocatore che dovrebbe comportarsi da “esempio”. A fine match, poi, le scuse ufficiali tramite social network e l’addio alla squadra; troppo forte – si legge – la delusione per la fascia tolta. La gara continua, l’Oratorio spinge e trova il gol alla mezz’ora: calcio di rigore concesso per fallo di Mantegna su Li Castri e realizzato dall’ex La Sala. Il pareggio sembrerebbe accontentare le due formazioni, ma il calcio, si sa, è strano, soprattutto in queste partite. Lo sbaglio, infatti, arriva da chi non ci ha abituato a certi errori, Totò Roma, che cicca un intervento difensivo e spiana la strada al neo entrato Gullo, che torna “Re” e decide il match.

Tommaso Salerno

E’ stato bello, bellissimo raccontare “calcio” in questi anni di Oratorio San Ciro e Giorgio; emozioni, passione, voglia di esserci e di partecipare, in prima persona, ad una cavalcata sportiva senza eguali. Ci abbiamo messo il cuore, molti ci hanno supportato, altri ci hanno criticato. Adesso, parlare di calcio è diventata un’impresa. Problemi, litigi, nervosismo, tensioni hanno preso il sopravvento e noi non ci stiamo. Noi non ci stiamo, se permango queste condizioni non è più possibile continuare.

La redazione

Advertisements
Comments
2 Responses to “Derby Bolognetta – Marineo: poco dolce molto amar…ineo”
  1. gino ha detto:

    volevo farvi i complimenti per il video, davvero bellissimo!!

    Mi piace

  2. Maurizio Guttilla ha detto:

    complimenti per il video, le notizie e il ricordo di questo derby che resterà nella storia di due paesi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: