Marineo: il sindaco, la giunta comunale e i consiglieri di maggioranza fanno chiarezza

comune_marineo

Riceviamo e pubblichiamo –

E’ BENE CHE LA GENTE SAPPIA CHE ……

L’attuale opposizione sa fare solo populismo di bassa lega perché sa mistificare la realtà addossando tutte le colpe all’Amministrazione in carica da appena sei mesi.

Come Amministratori ci sembra, pertanto, doveroso sottolineare alcuni passaggi in ordine alle tematiche relative alle bugie  gratuite che sono state dette sia nella Conferenza Cittadina indetta dal PD sia nei Blog.

Tralasciando le numerose falsità sostenute nella Conferenza cittadine del PD vogliamo porre l’attenzione sulla dichiarazione del consigliere Salvatore Ribaudo il quale ha sostenuto che il Comune  sta pagando l’energia elettrica ad un costo triplicato, e sapete perché?, perché l’attuale Amministrazione Comunale nel mese di maggio 2013 non aveva approvato il bilancio e quindi le bollette Enel, a causa della mancata approvazione del bilancio non erano state pagate.

A parte che il consigliere Ribaudo, come al solito, nell’enunciare situazioni prende “fischi per fiaschi” dobbiamo sottolineare come fa ad addebitare tale responsabilità ad una Amministrazione non ancora eletta. Il Consigliere, essendo di corta memoria, ha dimenticato che proprio a maggio 2013 era sindaco Franco Ribaudo, suo fratello e che il debito ENEL, che ammonta ad € 185.808,52 si riferisce, vedi caso, agli anni 2011 e 2012 (vedi determina dirigenziale n.40 del 13/05/2013 del Servizio Finanziario).

Per quel che riguarda la problematica relativa alle tariffe per il conferimento dei rifiuti, è doveroso riportare la sottostante tabella da cui si evince che l’applicazione della tariffa ha avuto un andamento in salita sin dall’amministrazione Spataro; successivamente solo l’Amministrazione Ribaudo ha effettuato un aumento di tale tariffa del 100%:

ANNO

AMMINISTRAZIONE

TARIFFE

PROVVEDIMENTO

DETERMINA TARIFFE

2007

SPATARO

€ 0,99 /mq

Del. G.M. n.34 del   30/04/2007

2009

RIBAUDO

€ 1,96 /mq

Del. G.M. n.18 del   25/02/2009

2010

RIBAUDO

€ 1,66 /mq

Det. Sindaco n.8   del 26/04/2010

2012

RIBAUDO

€ 2,26 /mqMQ

Del. G.M. n.61 del   31/10/2012

Le tariffe sopra   riportate si riferiscono alle civili abitazioni

È bene che si sappia che per il 2012 le tariffe approvate dall’Amministrazione Ribaudo coprivano l’87% del Servizio, mentre per l’anno 2013  la Legge Nazionale ha imposto la copertura del Servizio al 100%.

Pertanto, su proposta dei competenti uffici, il Consiglio Comunale si è dovuto adeguare al dettato legislativo.

QUINDI NESSUNA COLPA PUO’ ESSERE ADDOSSATA A QUESTA AMMINISTRAZIONE SU UN’IMPOSIZIONE VOLUTA DALLO STATO.

I conti della Serva che fa il PD sui € 150.000,00  che l’Amministrazione avrebbe strappato alle fasce più deboli della popolazione sono solo allucinazioni deliranti,  così come quando in corso di seduta di Consiglio Comunale, i Consiglieri del PD, farneticando, hanno quantificato il gettito della Tares in € 1.600.000,00, tanto che sono stati smentiti prontamente nella stessa seduta dai  tecnici del Comune.

È  facile guardare la pagliuzza nell’occhio altrui quando nel proprio dimora una trave.

Nel ripristinare un percorso di verità, rimandiamo al prossimo comunicato stampa affrontando i temi inerenti il SUAP e la tematica dei debiti.

Il Sindaco, la Giunta e i Consiglieri

Annunci
Comments
3 Responses to “Marineo: il sindaco, la giunta comunale e i consiglieri di maggioranza fanno chiarezza”
  1. anonimo ha detto:

    Interessante l’informazione, ma sarebbe stato meglio e sicuramente più proficua se fosse stata data durante la conferenza cittadina indetta dal Sindaco al Castello . Pertanto, per la prossima volta, vi consiglio di prepararvi prima alle domande che sicuramente vi verranno fatte dall’opposizione. Faccio notare inoltre che finalmente dopo cinque anni di ottuso mutismo stiamo vedendo un’opposizione che dice la Sua e si fa sentire.

    Mi piace

  2. Anonimo ha detto:

    Leggo con immenso disappunto quanto da voi dichiarato nel comunicato-volantino in merito all’aumento Tares e/o Tarsu

    …l Consiglio Comunale si è dovuto adeguare al dettato legislativo. QUINDI NESSUNA COLPA PUO’ ESSERE ADDOSSATA A QUESTA AMMINISTRAZIONE SU UN’IMPOSIZIONE VOLUTA DALLO STATO…

    SCUSATE VISTO CHE GIA’ I CITTADINI SIAMO STATI ARTASSATI DA UNA IMPOSIZIONE VOLUTA DALLO STATO, CHE MOTIVO C’ERA DI INSERIRE LA NUOVA TASSAZIONE ADDIZIONALE IRPEF COMUNALE?

    Mi piace

    • Anonimo ha detto:

      veramente l’imposizione voluta dallo stato era solo la copertura del 100%. lo stesso stato aveva anche detto che si poteva applicare la tarsu e non la tares, MA QUESTA AMMINISTRAZIONE NON HA VOLUTO. a questo non hanno ancora saputo rispondere perchè è cosa ingiustificabile.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: