Misilmeri, nuovi locali per la biblioteca comunale

misilmeri-bibliotacaEntro il prossimo mese di giugno la biblioteca comunale sarà trasferita nei nuovi locali all’interno del complesso conventuale S. Giuseppe, nell’ala originariamente destinata ad ospitare classi di scuola secondaria superiore. I locali costituiti da quattro grandi sale, due al piano terra e due al primo piano, consentiranno agli utenti di poter fruire di almeno due aree di lettura autonome. L’emeroteca e parte del fondo antico saranno sistemate in un piano seminterrato che si apre sulla via parallela a quella dell’ingresso principale. Rispetto all’attuale sede, la nuova location sarà più accessibile agli utenti che presentano difficoltà motorie, grazie al totale abbattimento delle barriere architettoniche. La dislocazione su diverse sale risolve, inoltre, un’altra delle criticità della sede di cortile Grimaldi, cioè la difficile coesistenza in unico ambiente di uffici comunali e sala lettura. E’ intendimento dell’amministrazione creare attorno alla biblioteca un polo di attrazione intergenerazionale, attraverso il coinvolgimento dei minori, degli anziani e dei disabili, secondo indirizzi di politica culturale, della promozione umana e del tempo libero già sperimentati in altre realtà. L’obiettivo è quello di dilatare il ruolo della biblioteca nel territorio, trasformandola da mero centro di documentazione a struttura propulsiva di iniziative culturali e sociali. L’auspicio è anche quello di incrementare la frequentazione dell’importante struttura culturale che finora ha fatto registrare numeri non particolarmente significativi (si pensi che nel decorso anno 2012 gli accessi sono meno di 1000 di cui parte per il solo rilascio di fotocopie).A tal fine, nella consapevolezza che, nell’ormai consolidata rilevanza dell’ uso dell’informatica e della multimedialità nella vita quotidiana, è importante offrire la possibilità di effettuare ricerche e navigazione in internet a tutti i cittadini, saranno approntate più postazioni informatiche disponibili all’utenza previa autorizzazione da parte del bibliotecario tramite rilascio di codice identificativo. Sono allo studio, inoltre, nuove iniziative, soprattutto in collaborazione con le scuole, per incentivare e diffondere la familiarità delle nuove generazioni con gli ambienti della biblioteca. Con il trasferimento nella nuova sede, cessa infine l’onere di locazione che il comune versa
annualmente per il mantenimento dei locali di via Grimaldi che ammonta a € 24.000,00 annui. Sarebbe un paradosso, ritengono i Commissari, pagare locali privati con risorse pubbliche e non utilizzare con oculatezza immobili di proprietà della collettività misilmerese che erano rimasti chiusi ed abbandonati. Ciò è particolarmente necessario in un momento in cui la lotta agli sprechi non è una virtù ma un dovere dei pubblici amministratori. Le risorse economiche recuperate potranno così essere utilizzare per migliorare i servizi anche della stessa biblioteca e degli spazi circostanti. Foto: Misimeri blog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: