Marineo, la Luminaria del Calvario

Luminaria CalvarioAnche quest’anno, per il Giovedì Santo, si ripeterà la suggestiva accensione della Luminaria del Calvario,  organizzata dal Gruppo  Emmanuel. Appuntamento giovedì 28 marzo 2013 alle ore  19.30.  

 di Ciro Realmonte

L’anno   della  FEDE  che stiamo  vivendo,  è un’occasione  straordinaria  per  rivedere, risaldare, alla luce  della  Sacra  Scrittura e del Magistero della Chiesa  la nostra  vita spirituale.

Non  possiamo  abituarci a  vivere la FEDE  con superfiacilità,  senza che  il contenuto della rivelazione  penetri nel nostro cuore, ci interroghi e  ci  metta in crisi.

La  FEDE  ,se compresa,  coinvolge  tutta la nostra vita personale e comunitaria,  trasforma , illumina  anche le nostre relazioni .

Purtroppo  abbiamo rilegato, rinchiuso ermeticamente la freschezza, la novità  della  fede  a semplici,  poveri e inefficaci manifestazioni di fede, illudendoci,  in tal modo,  di vivere  il nostro  Credo  in  Cristo Risorto.

Non  c’è   ambito della nostra vita  che è  esente , impermeabile  nell’assimilare e nel  testimoniare il nostro  ESSERE   CRISTIANI,

dalla   Politica  a  un  semplice  incontro di calcio.

E’ tutto l’uomo chiamato  alla Grazia, alla  Santità.

Bisogna che riempiamo di olio nuovo le nostre  lucerne, ormai  quasi spente, o con  la fiammella  tremolante.

Dobbiamo, con volontà, approfittare delle  diverse occasioni di formazione  che  la comunità parrocchiale ci offre in vari momenti  dell’anno.

La Luminaria del Calvario  ci suggerisce  anche questo, sii anche TU Luce che  illumina il  mondo,  il tuo  piccolo  ambiente,  il  tuo essere  Chiesa.

La   “luce “ del Calvario illumina l’oscurità del mondo

La luce che irrompe  dalla  croce di Cristo  sana le nostre ferite, rafforza il cammino, dà senso al dolore.

 Cristo è la  luce  che  illumina e  riscalda  il cuore del cristiano, di ogni uomo.

E’ questo il messaggio che il Gruppo Emmanuel vuole comunicare alla  nostra comunità, attraverso la Luminaria del  Calvario, che sarà realizzata nella notte del Giovedì  Santo.

Il triduo pasquale è ricco di simbologie che richiamano  ai profondi e attuali valori della redenzione di Cristo, la luminaria si inserisce  nelle già ricche manifestazioni  “marinesi” della Settimana  Santa.

Sono i marinesi che con il loro contributo, partecipano alla sua realizzazione.

Sono già trascorsi 20 anni dalla prima Luminaria del 1994, quante preghiere sono  state affidate dal nostro cuore  alla luce di quella  piccola fiammella, per ricordare al Signore il nostro amore e invocare la sua luce che spezza le tenebre dell’indifferenza, della superficialità, del disimpegno e dell’egoismo.

Con la gioia e la certezza della resurrezione di  Cristo, auguri di un cammino di santità a servizio del Regno di Dio.

Annunci
Comments
5 Responses to “Marineo, la Luminaria del Calvario”
  1. Renata ha detto:

    Trovo difficile comprendere il significato che si vuole dare ad alcune luci che verranno accese al Calvario. L’eccessivo zelo dimostrato dalle varie congregazioni nel nostro paese vuole fare apparire alcune cose di minima importanza come gigantesche trovate pronte a trasformare il mondo. Questo articolo prova esattamente la vena seguita dai bigotti: “Chi non è con noi, è contro di noi”.

    Mi piace

  2. Giorgio ha detto:

    Non voglio mettere in alcun dubbio la sacralità del sentimento religioso. Ma quà noto un enorme esagerazione di aggettivi nel descrivere la luminaria ed il suo simbolismo. Vogliamo proprio assorbire le prediche dispensate oltre che dal clero anche quelle che ci pervengono dai ferventi parrineddi?

    Mi piace

    • Rita ha detto:

      Da un po di tempo in quà i giovani marinesi in gran massa hanno dedicato il loro tempo alle confraternite ed alle festicciole che ognuna di esse cerca di organizzare. Dovremmo determinare se la disoccupazione ed il mancato uso dei loro talenti siano stati la causa per l’avvicinamento alla religione come un soffice punto d’appoggio. Questo fenomeno manifestato da molti in maniera evidente fa, forse erratamente, pensare che la genuinità delle intenzioni non è proprio quella che appare di essere.

      Mi piace

  3. Sandro ha detto:

    Marineo sta vivendo un periodo di malcelato vigore religioso. Le dimostrazioni di fede che vengono manifestate, sono appunto apparenze indirizzate a favore dell’occhio esterno. La percentuale dei fedeli sinceri non la conosceremo mai. Senza dubbio esiste quella vera che si distingue dai pii pii per convenienza di stato sociale.

    Mi piace

  4. Rita ha detto:

    Infatti, l’infiorata non è altro che una prova di esibizionismo che mostra la creatività di alcuni gruppi. Non ha nulla a che fare con la religione, E’ una tradizione che si è voluta creare e che si nutre dello spirito competitivo osservato dai diversi gruppi. Sappiamo bene che Gesu’ durante la sua vita non camminava su di un manto di fiori, Ma l’apparenza è piu’ grande della realtà ed in paese questa sembra essere importante.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: