Papa Francesco, venuto da “quasi dalla fine del mondo”

papa-francesco

“PER TE REGINA, TESTIMONI DELLA FEDE”

Roma, 15 marzo 2013

Carissime famiglie,

dopo aver passato dei giorni di sconcerto, mercoledì 13 marzo il Signore ha pensato alla sua Chiesa e ci ha donato Papa Francesco. La Chiesa non sa vivere senza il successore di Pietro. E adesso è ritornata la gioia nell‘accogliere questo papa venuto da “quasi dalla fine del mondo”. Io sono molto contento perché viene dal mio paese, dall’Argentina. Porta la ricchezza della Chiesa di un’altra parte del mondo. E ci invita con semplicità a vivere la radicalità della fede. Il nome Francesco e il suo stile umile e povero sono un messaggio chiaro ad essere testimoni della fede. ”…io vorrei che tutti, dopo questi giorni di grazia, avessimo il coraggio, proprio il coraggio, di camminare in presenza del Signore, con la Croce del Signore; di edificare la Chiesa sul sangue del Signore, che è versato sulla Croce; e di confessare l’unica gloria: Cristo Crocifisso. E così la Chiesa andrà avanti”. Queste parole del Papa ai cardinali parlano a tutti noi e ci invitano a vivere la Settimana Santa in questo spirito. Il suo primo gesto alla mattina presto del primo giorno del suo pontificato è stato quello di affidare il popolo romano e tutto il mondo alla Madonna. Le ha portato un mazzo di fiori, ed in silenzio ha pregato Maria. Carissimi, segni che parlano della nostra fede. Sembrerebbe che Papa Francesco, come Gesù, ci parlerà non soltanto con le parole, ma anche con i segni. E vorrei cogliere questo aspetto. Ci prepariamo con la Famiglia di Schoenstatt di tutto il mondo a celebrare i 100 anni della nostra Alleanza d’Amore. Noi ci prepariamo con un segno che parla della nostra piccolezza, del nostro desiderio di essere strumenti e della vittoria di Dio. “Cristo vince sempre”. Un segno chiaro: l’incoronazione della Madonna come regina della Famiglia. La Madonna vince sempre in Cristo Gesù. Lei vince nel nostro cuore, e ci fa pregare di più; vince lo scoraggiamento con una fiducia filiale; vince la nostra chiusura con il coraggio del dialogo; le nostre paure con un si alla volontà di Dio; un cuore tiepido con il desiderio di cominciare ogni giorno di nuovo. Maria vince sempre e noi saremo davanti al mondo testimoni di questo. Carissimi, piccoli segni, ogni giorno, parlano della sincerità della nostra fede.

Vi auguro una Buona Pasqua, piena di gioia e speranza, con affetto vi benedice P. Ludovico Tedeschi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: