Primarie Parlamentari PD: un voto per cambiare l’Italia

Primarie PDdi Barbara Cangialosi

Le Primarie Parlamentari PD del 30 dicembre ben accolte da più di un milione di elettori in tutta Italia– sono state senz’altro una grande prova di democrazia.

Per quanto riguarda Palermo e provincia, al di là della decisione della Commissione Nazionale di Garanzia che ha ammesso al voto soltanto elettrici ed elettori compresi nell’albo delle primarie di Italia Bene Comune, va comunque segnalata la grande svolta politica e di rinnovamento che è venuta fuori dal risultato elettorale.

In particolare, l’affermazione dei sindaci Magda Culotta e Francesco Ribaudo mette in risalto il riscatto del territorio nei confronti dei nomi altisonanti della politica: è il successo di chi discute dei problemi della gente non solo in campagna elettorale.

Bisogna riflettere sulla bocciatura dell’ex segretario nazionale CISL ed ex sottosegretario nel Governo Prodi Sergio d’Antoni, come pure la mancata affermazione di uomini stagionati della politica palermitana che probabilmente pagano la distanza dal territorio. E’ inoltre significativo il fatto che a Palermo abbiano votato circa 3600 aventi diritto, contro gli oltre 8.000 della provincia e ciò, di fatto, ha molto inciso sull’esito finale della consultazione.

Pur con mille difetti dovuti ai tempi molto ristretti, le primarie PD hanno certificato una grande voglia di partecipazione della gente comune alle scelte politiche: non è più tempo delle decisioni calate dall’alto, né delle investiture per diritto acquisito.

A questo punto siamo tutti convinti che nel Partito Democratico Palermitano occorra fare una seria riflessione. Occorre un rinnovamento generazionale nella gestione del Partito nel territorio per favorire la partecipazione di tutti ai processi decisionali.

I segnali che arrivano dalla società sono molto chiari: è giunta l’ora di lasciar posto a gente nuova che possa mettersi in campo per diventare protagonista delle scelte organizzative del PD palermitano. È giunto il momento di fare scelte coraggiose e di rinnovarsi, senza paura, perché è anche grazie alle primarie che si possono sconfiggere i partiti costruiti attorno ai leader-padroni. Occorre spazzare via il populismo demagogico e antipolitico che ha danneggiato il Paese negli ultimi venti anni: è anche grazie a chi quotidianamente si è adoperato per contrastarlo che la gente oggi è più vicina alla politica. Questo merito va ai tanti Culotta e Ribaudo che, da sindaci responsabili, si sono confrontati nei loro territori con i problemi dei cittadini amministrati, seppure agendo in contesti ostili e di antipolitica “interessata”. Il loro impegno è stato infatti riconosciuto e premiato dagli elettori.

Rinnovamento e impegno: è questo ciò che serve al Paese. Siamo sicuri che con il loro ingresso nelle istituzioni della Repubblica questi candidati sapranno trasmettere l’entusiasmo e la caparbietà che li ha contraddistinti nel raggiungimento dei risultati.

Il lavoro è appena iniziato. È vero: c’è moltissimo da fare, ma noi non per questo ci scoraggiamo, anzi, sicurissimi del risultato finale, porgiamo a tutti gli eletti i nostri più sentiti auguri

Annunci
Comments
8 Responses to “Primarie Parlamentari PD: un voto per cambiare l’Italia”
  1. Anonimo ha detto:

    “Il loro impegno è stato infatti riconosciuto e premiato dagli elettori.” a marineo ha preso appena 120 voti. Finalmente il “suo impegno” è stato veramente riconosciuto.

    Mi piace

  2. PER MILLE CACIOCAVALLI!!! ha detto:

    TUTTE LE GRANE APERTE DEL PD. Il ricorso di Alessandra Siragusa si concentra sul dato elettorale del comune di Godrano, piccolo paese nel bosco di Ficuzza dove avrebbero votato 250 elettori del Pd su 1150 abitanti complessivi “compresi i minori” ha scritto la Siragusa nel ricorso girato alla commissione regionale di garanzia del partito. A Godrano, a “vincere” l’esame delle urne è stato il candidato Francesco Ribaudo, vera sorpresa insieme a Magda Culotta della consultazione degli elettori Pd nella tornata del 30 dicembre scorso.

    ALESSANDRA SIRAGUSA HA VISTO ACCOLTO IL RICORSO PRESENTATO ALLA COMMISSIONE NAZIONALE SULLE IRREGOLARITÀ AVVENUTE NEL SEGGIO DI GODRANO. LA PALLA ORA PASSA NUOVAMENTE ALLA COMMISSIONE REGIONALE CHE DOVRÀ DECIDERE NEL MERITO. “CHIEDERÒ COMUNQUE LA CONVOCAZIONE DELLA DIREZIONE PROVINCIALE”, SOSTIENE LA DEPUTATA.

    Mi piace

  3. Anonimo ha detto:

    se all’on. c^^^^^^^^^^ ci passa ancora la parola può ricorrere dove vuole

    Mi piace

    • Anonimo ha detto:

      all’onorevole c^^^^^^^^^^^^^^^^^ la parola passa e come!!!!leggi l’elenco UFFICIALE dei candidati a camera e senato. i ricorsi sono stati bocciati dalla commissione di garanzia perchè il riconteggio dei voti è stato uguale e la votazione ha il parere positivo dato dalla firma dei legali rappresentanti di lista dell’onorevole faraone che erano superpartis.

      Mi piace

  4. Rivoluzione ha detto:

    ma che se ne vada a Roma a farsi i fatti propri. l’importante che se ne va da Marineo. Lui e i quaranta ladroni che gli leccano il culo. In campagna elettorale vedremo cosa ha fatto Ribaudo e come ha agito. Del resto basta vedere i giornali per capire di che pasta è fatto. L’amico Cracolici che ha spupazzato per tutto il paese è attualmente indagato per appropriazione indebita di soldi pubblici. Lo capite o no che sono tutti uguali? Dobbiamo rinnovare il consiglio comunale. Rinnovare significa togliere tutti sti mangiatari che da 30 anni controllano tutto (da Spatato a Greco a Ribaudo) e mettere dei giovani! I nostri genitori coetanei di tutti questi imbroglioni non sanno usare nemmeno il pc. E’ normale che la gente che deve gestire il futuro sia gente del passato? Basta Basta e basta!

    Mi piace

  5. boh ha detto:

    Il premio che le è stato conferito credo che sia stata una forma di captatio benevolentiae infatti lei riferisce solo una parte degli avvenimenti politici e precisamente quello velatamente favorevole all’amministrazione comunale. loro sanno a chi tirare l’ossetto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: