Marineo, studenti in piazza a manifestare contro i tagli alla scuola

manifestazione studenti marineo

Marineo – (gt)  Questa mattina gli studenti dell’istituto Don Dolletto, I.T.C. e I.P.S.I.A. sede distaccata di Marineo, hanno manifestato il loro disappunto. Il corteo, partito dalla scuola sita c.da Brannu, ha attraversato il paese e si è concentrato a piazza Sainte Sigolene dove ha sede anche il comune di Marineo. L’assemblea d’istituto – dicono i rappresentanti degli alunni – Giuseppe Pernice e Salvatore Inglima – “ha deciso di manifestare a seguito dei tagli previsti alla scuola pubblica dalla manovra di bilancio del governo Monti. Tagli che incidono negativamente alla formazione e all’istruzione dei giovani e che ledono il diritto allo studio, i giovani di oggi siamo fortemente preoccupapi per il nostro futuro, probabilmente, concludono gli studenti, lunedì occuperemo la scuola. La manifestazione, tenuta sotto il vigile  controllo delle forze dell’ordine, della locale stazione dei carabinieri, ha creato qualche disagio alla circolazione, ma si è svolta in maniera pacifica e civile senza rilevanti episodi.

Annunci
Comments
4 Responses to “Marineo, studenti in piazza a manifestare contro i tagli alla scuola”
  1. Anonimo ha detto:

    ANDATE A STUDIARE ,ogni scusa ognuna scusa è buona per non fare scuola , mah….

    Mi piace

  2. Anonimo ha detto:

    Il 90% dei ragazzi che manifestava (ma questo è un dato comune e non specifico per le scuole marinesi) non aveva nemmeno idea di perchè si manifestava. In tutti i cicli scolastici che ho vissuto si manifestava per perdere qualche giorno di scuola e tutti abbiamo fatto parte di quel 90% anche se in periodi diversi. Oggi purtroppo questa percentuale non tende a diminuire mentre è proprio questo un periodo critico a livello culturale sociale ed economico che porta alla protesta. Cari ragazzi io appoggerò sempre chi vuole urlare le proprie ragioni ma fatelo con cognizione di causa. Documentatevi e cercate soluzioni concrete ai vostri problemi. Fare una passeggiata a Marineo urlando senza criterio non ha senso. Nessuno vi ha ascoltato e nessuno ha capito per cosa stavate protestando. Nessuno in tutta l’italia scolastica che occupa che manifesta che fa assemblee permanenti ha scritto una proposta concreta alla risoluzione dei problemi da presentare a chi di dovere. Cosi passerete sempre per quelli che vogliono saltare scuola

    Mi piace

    • Davide ha detto:

      Sono d’accordo con l’idea di manifestare con cognizione di causa, ma non sono d’accordo con l’analisi fatta. Io faccio parte di quel 10% e ti posso garantire che la maggior parte dei problemi sono causati da chi non vuole andare a vedere quali sono le attività e le proposte. Da chi non vuole neanche capire cosa vuol dire un movimento. Io ti posso garantire che questa tua attitudine ad aspettare che qualcuno dia una soluzione, una risposta o una proposta concreta non fa alrtro che ripetere la storia che ci racconti. Ci devi andare tu in prima persona nelle assmeblee, nei centri sociali, nelle manifestazioni, iniziare un processo di comprensione. e forse anche di soggetivizzazione. Di proposte ce ne sono a bizzeffe! dalla più moderata decrescita felice, ai consumi razionali e resistenti, al diritto alal casa, al reddito di cittadinanza, alle autoriforme (vedi l’Onda Anomala), etc. etc. ce ne sono una marea di proposte! FUCK AUSTERITY! anche a Marineo!

      Mi piace

  3. Davide ha detto:

    Viva il sale della democrazia! e smettetela di fare i parternalisti! Fuck austerity and Fascism!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: