Politica: Marineo … l’altra Voce

Riceviamo e pubblichiamo

Le recenti vicende politico-amministrative di MARINEO richiedono qualche elemento in più per dare completezza di lettura alla cittadinanza: di atteggiamenti, fatti, dichiarazioni, prese di posizioni, show televisivi. Tale intervento ci sembra utile specialmente in presenza di qualcuno che vorrebbe mistificare la realtà rigirando “LA FRITTATA” a proprio piacimento. In presenza di qualcuno che vorrebbe maldestramente scrollarsi dalle spalle tutte le proprie RESPONSABILITA’ cercando di addossarle ad altri, ora che si è accorto di essere arrivato a “VANEDDA ‘CA NUN SPUNTA”. Ma purtroppo, per lui, i METODI BOLSCEVICHI adottati nei confronti dei propri amici di partito non sono ugualmente efficaci nei confronti degli avversari politici. Il FALLIMENTO della proposta politica offerta agli elettori nel 2008 è sotto gli occhi di tutti. La SQUADRA di governo che si era assunto l’impegno di risolvere i problemi della nostra Marineo si è ROTTAMATA strada facendo. Ma le cose non avvengono per caso. Non possiamo sottacere che in realtà “LA MACCHINETTA” si è rotta quasi subito: ma non è ESPLOSA unicamente per attacchi esterni, ma è IMPLOSA anche, ma direi principalmente, per le contraddizioni interne alla coalizione e per certe caratteristiche peculiari di chi doveva guidarla. Il CAPO non solo ha fatto ben poco per ricercare elementi collanti e metodiche di coinvolgimento degli amici e degli avversari per una migliore, se non ottimale, gestione della cosa pubblica, nell’interesse supremo della collettività, ma seguendo esclusivamente le proprie logiche non si è risparmiato “NELL’ALZARE MURI” divisori nei confronti di chi mettesse in dubbio le sue convinzioni e le sue scelte. Forse qualcuno ha nostalgia del MURO che per 28 anni, dal 13 agosto 1961 al 9 novembre 1989, divise in due la città di Berlino, per impedire la libera circolazione delle persone tra Berlino Ovest ed il territorio della Germania Est. Tale atteggiamento è stato “democraticamente” tenuto sia nei confronti degli “avversari esterni” sia nei confronti di quelli “interni”. Ma se è stato un gioco da ragazzi l’impresa di “ROTTAMARE” il coordinatore locale, sicuramente non lo è stato e non lo sarà nei confronti di una minoranza consiliare che ha sempre mantenuto l’impegno con il proprio elettorato: quello di CONTROLLO dell’attività amministrativa, della sua Giunta, e della sua maggioranza (almeno fino a quando c’era), facendone emergere la INCAPACITA’ di governo della cosa pubblica. L’assemblea del Partito Democratico di domenica 18 novembre ci pare che sia stata un classico esempio di “EPURAZIONE”. Sarà forse NOSTALGIA di quelle più famose attuate in Unione Sovietica nel periodo 1934-1938 sotto il regime di Stalin? Può essere paragonato ad un “COLPO DI CODA” di un animale ferito, desideroso di VENDETTA e appagato da PROTAGONISMO. E’ evidente segno di tali necessità (vendetta e protagonismo) anche lo SHOW TELEVISIVO di venerdì 16 novembre. In questa occasione non ha risparmiato attacchi alla DESTRA, causa, a suo dire, di tutti i mali. Ma scusate, un momento di riflessione: Ma quanti sono i consiglieri di minoranza? Non sono sempre SEI su QUINDICI? Se la minoranza riesce a convincere delle proprie posizioni anche altri consiglieri (di maggioranza) non sta svolgendo il proprio ruolo? Se l’esecutivo non riesce a convincere la PROPRIA MAGGIORANZA delle proprie scelte, di chi è la colpa? A meno che le opinioni e le scelte del CAPO DELL’AMMINISTRAZIONE non siano dei DOGMI che non possono essere messi in discussione. Se tutti i nostri compaesani la pensassero così che ce lo facciano sapere: CHIEDEREMMO SCUSA A TUTTI, e ci adegueremmo anche noi alle REGOLE DI REGIME. Ma rimaniamo seri!!!!!! Pensiamo che sia ora di una serena riflessione (se ce ne fosse ancora la voglia e la capacità) da parte di tutti. Non ci sono più margini, per chi governa, di tentati “GIRAMENTI” di frittate. Non c’è spazio per inaccettabili NOSTALGIE. Non abbiamo la necessità di SHOW TELEVISIVI. Approfittiamo dell’occasione per augurare “BUON LAVORO” al nuovo coordinatore del PD di Marineo, Franco Cangialosi. Un consiglio: fai attenzione ai COLPI DI CODA.

I CAPI GRUPPO CONSILIARI DI MINORANZA DEL COMUNE DI MARINEO (Spinella e Battaglia)

Annunci
Comments
One Response to “Politica: Marineo … l’altra Voce”
  1. che vergogna ha detto:

    pare che taglieranno i riscaldamenti alle scuole e il servizio civile agli anziani per mostrare che il rifiuto del consiglio ha provocato gravi danni. che si VERGOGNIIIIIIIIIIIIIIIIIII!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: