Con gli occhi e con il cuore, le immagini della Rocca di Marineo

foto di Giuseppe Taormina

Con gli occhi e con il cuore, le immagini della Rocca di Marineo” è il libro di Franco Vitali che sarà presentato  domenica 21 ottobre alle ore 17,00 presso il salone del castello Beccadelli Bologna di Marineo. Interverranno il prof. Giovanni Ruffino, docente di linguistica e dialettologia all’università di Palermo e il prof. Salvatore Di Marco, poeta,  critico letterario e direttore della rivista italiana di letteratura dialettale.

La toponomastica è ricca di nomi identificanti, oltre che identificabili. L’identifi-cabilità di un luogo, cioè la possibilità di localizzarlo, è operazione tutta esterna, e si inscrive entro coordinate spaziali di natura geometrica. Un luogo è invece identificante perché determina processi di identificazione tutti quanti interni, sottili e ineffabilmente insopprimibili.

I nomi dei nostri paesi obbediscono non di rado a questa esigenza di contrassegni spaziali identificanti: un Castello (Castelbuono, Castel di Tusa, Castellammare, Casteltermini, Castel di lùdica), una torre (Torretta, Torregrotta), due colli “gemelli” ( San Giovanni Gèmini).

Anche le “rocche”, vuoi nel senso di fortificazione, di fortezza sull’alto di un monte, vuoi nel senso di balza scoscesa, contrassegnano la nostra toponomastica, anche quella di paesi come Rocca di Capri Leone, Rocca Fiorita, Roccalumera, Roccamena, Roccapalumba, Roccavaldina, Campofelice di Roccella, Roccella Valdèmone. Marineo ha anch’essa una sua rocca, che però non è mai divenuta contrassegno toponomastico. Ciò non vuoi dire, però, che non sia stato e non sia egualmente contrassegno identificante.

Franco Vitali, studioso sensibile della cultura tradizionale, riesce a tracciare mirabilmente quei percorsi identificativi, che prima definivamo “sottili e ineffabilmente insopprimibili”. E così la Rocca di Marineo ci parla: parla ai Marinesi e parla a tutti noi. Luoghi, volti, parole. L’intera vicenda di un comunità. Una comunità non è tale se non possiede un sentimento dei propri luoghi, e quindi il sentimento della propria identità collettiva, del proprio rapporto con le cose. Può talvolta accadere – ma è una cosa assai rara – che al disfacimento dei luoghi, delle percettibili testimonianze, dei monumenti, dei documenti, sinanco del paesaggio, seguano una ricomposizione e un recupero. C’è un farsi e un disfarsi dello spazio, che è un farsi e un disfarsi del tempo, della memoria. In questo perenne mutamento che si manifesta in traumi che periodicamente si rinnovano, è talvolta difficile alimentare un sentimento dei luoghi, un sentimento delle cose e delle parole, sentimenti che attraversano il tempo e le generazioni, e che sono sentimenti collettivi prima che individuali, perché coincidono con l’identità comunitaria. I luoghi, quelli veri come la Rocca di Marineo, sono stati i contenitori della memoria sedimentata. E lo sono ancora, come ci testimoniano le pagine di Franco Vitali.

Ogni comunità, dunque, ha un suo luogo privilegiato nel quale la memoria si è come conglomerata. Un archivio. Da questo archivio impalpabile si traggono le ragioni autentiche dell’esistere.

La Rocca di Marineo ci dice queste cose, e Franco Vitali se ne fa interprete come meglio non si potrebbe. Egli ha il privilegio di sapere che «tutti i luoghi visitati dall’occhio del cielo sono porti e approdi felici per l’uomo saggio» (William Shakespeare, Riccardo II, Atto I, Scena III).   Giovanni Ruffino

Annunci
Comments
One Response to “Con gli occhi e con il cuore, le immagini della Rocca di Marineo”
  1. Ciro Guastella ha detto:

    Potro’ sbagliarmi ma se ricordo bene questo volume venne gia’ presentato con fanfara durante la giornata dedicata ai Marinesi nel Mondo il 18 Agosto scorso. O forse occorre riproporlo ancora attraverso voci sempre piu’ autorevoli? Non e’ sarcasmo, ma semplice curiosita’.

    Ciro

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: