Un triste giorno per la comunità marinese, Ciao Vicè!

Marineo – Un ribelle muore sempre intorno ai venti anni anche quando non muore e credo che a questa età si smetta completamente di ribellarsi a se stessi. Che sia morire o vivere, nell’accettare qualcosa si perde sempre. “Addio” in fondo altro non è che una parola scomposta nel dolore e ricomposta nella speranza. Oggi non si accetta la scomparsa del nostro amico Vincenzo e ci si interroga più volte sul vero senso della vita accorgendoci sempre più dietro questa tragedia, che siamo grandi di grandezze latenti. Ora, però, non c’è niente che possa fermare le lacrime, non c’è niente che possa placare questa tremenda tristezza e straziante desolazione, che la sua dipartita ha lasciato. Sembra scontato dire che non è possibile, che non ci credi. Sei lì a guardare ed è tutto vero. I ricordi fanno male, si riavvolgono come un nastro, e ripartono. Non riesci a fermarli. L’allegria, la comicità, l’amicizia che solo poche persone sanno dare, la generosità. Le risate. Questo era Vincenzo. Lo ricordo così, ricordo le sue risate, e mi sta bene ricordarlo così. Sempre sorridente. Con quel set di cartine e quel tabacco sempre pronto, per inventare una nuova sigaretta, rullarla nelle mani. Con quell’aria spavalda. E con un cuore d’oro. I suoi sacrifici, le sue passioni, i suoi sogni. Dove sono finiti adesso? Diventava amico subito, sembrava di conoscerlo già, anche se ci parlavi per 10 minuti. Non pensavo di rincontrarlo così. Nei ricordi. Sono sempre i migliori quelli che vanno via. Adesso lo immagino lassù tra le ombre delle nuvole. Lo immagino li, che si ferma per avvolgere una sua mitica sigaretta. Magari con il solito sorriso. Ciao Vincenzo, per rincontrarti dovrò riavvolgere parecchie volte il nastro dei ricordi. Non ti dimenticheremo mai.  Peppe Perrone

Annunci
Comments
32 Responses to “Un triste giorno per la comunità marinese, Ciao Vicè!”
  1. Fabrizio Cangialosi ha detto:

    Sono stato anch’io “per causa di forza maggiore per un malore che non so ancora bene a cosa sia dovuto”, ospite dell’Ospedale Civico di Palermo per una settimana … nella mia “insolita villeggiatura”, ho avuto il “piacere” di conoscere i genitori di Vincenzo, gente umile che instancabilmente giorno e notte, notte e giorno ha sperato in un timido, lebile risveglio al freddo ed al gelo fino alla fine! Mi hanno fatto tantissima tenerezza vederli stretti insieme in una piccola stanzetta al piano terra dell’Ospedale Civico aperta ai quattro venti, senza riscaldamenti, un letto, le comodità casalinghe … ci hanno e ci abbiamo creduto tutti sino alla fine … peccato che non è andata come speravamo! Vicè buona nuova vita nell’alto dei cieli!: Fabrizio Cangialosi

    Mi piace

  2. blu forest ha detto:

    … 😦 indelebile sara’ il suo ricordo

    Mi piace

  3. Anonimo ha detto:

    unaltro angelo e volato via addio vincenzo

    Mi piace

  4. margo ha detto:

    ai proprio ragione abbiamo perso un angelo io non lo conoscevo anche se era mio cugino pultroppo cera la distanza che ci divideva visto che io abbito a roccamena e lui a marineo comunque conosco i suoi percio posso capire chi era lui un angelo stupendo addio vicio mi raccomando protegici da la su ciaoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

    Mi piace

  5. Anonimo ha detto:

    Alla famiglia La Barba sentite condoglianze

    Mi piace

  6. Barbara Cangialosi ha detto:

    Oggi è veramente dura accettare questa notizia.
    Per questi 3 mesi tutti noi siamo stati ossessionati dalle tante domande che ogni essere umano si fa quando accadono queste tragedie. La notizia arrivata questa mattina, mentre ancora, a letto, cercavo di riconnettermi al mondo, è stata però una vera cannonata.
    In questo periodo di attesa di miglioramenti, non abbiamo mai perso la speranza. Le notizie buone si sono spesso alternate con quelle cattive, però cercavamo di minimizzarle, di coglierne il lato positivo: è dura accettare la realtà quando un tuo amico sta dall’altra parte della porta di un ospedale.
    E mentre noi venivamo a trovarti e poi tornavamo nella nostra casa al calduccio, dalla nostra famiglia e ai nostri impegni, la tua famiglia stava lì al tuo fianco, in ogni istante, sempre vigile e attenta a quello che succedeva intorno.
    Di questi giorni ricorderò per sempre la forte empatia trasmessa in quella stanza d’ospedale. Il sorriso di tua madre quando con gioia ci dava piccole ma buone notizie, il suo sconforto invece quando le cose non andavano bene.
    Di te invece, beh, cosa ricorderemo? Ognuno avrà il proprio Vincenzo speciale da tenere nel cuore. Oltre al tuo sorriso, alla tua battuta facile, alla tua bravura nel prendere subito confidenza con qualcuno e al tuo modo schietto di dire le cose, ognuno di noi conserverà il proprio piccolo tesoro. Un tesoro fatto di infinitesimi frammenti di vita trascorsa insieme a te, come un giubottone rosso che indossavi ogni mattina per venire a scuola o una canzone cantata insieme a squarcia gola.
    Ci mancherai!

    Barbara Cangialosi

    Mi piace

  7. Francesca Puccio ha detto:

    io non so chi sono i genitori di vincenzo.io vivo lontano da marineo la nuova generazione per me e’ estranea.se mi comunicate .capiro’ meglio Comunque mi dispiace,tanto un giovane merita di vivere la vita,pero’ noi non possiamo leggere nel progetto di Dio.

    Mi piace

  8. giuseppe iachetta ha detto:

    addio vincenzo ora ci guarderai dall’alto del cielo ciao angelo custode!!!!!1 😦

    Mi piace

  9. Ina Gambino ha detto:

    da marinese abitante a torino e soprattutto da mamma mi associo al vostro dolore sentite condoglianze

    Mi piace

  10. Anonimo ha detto:

    UMILE,SORRIDENTE,SIMPATICO E CREDO PROPRIO CHE NN C’è AGGETTIVO CHE SFUGGA A QUESTA FANTASTICA PERSONA. I MIGLIORI PROPRIO COLORO CHE REGALANO SORRISI GRATUITI,CHE CON SINCERITà E UMILTà,VIVONO GIORNALMENTE IN QUESTO MONDO DI IPOCRISIA,SONO SEMPRE I PRIMI AD ANDAR VIA. UN’ABBRACCIO è POCO CARO VINCENZO, SE POTESSI RITORNANE INDIETRO,AVREI VOLUTO REGALARTI COME HAI SEMPRE FATTO TU,LA MIA SINCERITà E UMILTà. SPERO UN GIORNO DI POTERTI RINCONTRARE, PER POTER CONDIVIDERE QUALCHE ALTRO TUO SORRISO. STAMMI BENE VINCè, NOI TI PENSEREMO E COME TUTTI BEN SANNO RIMARRAI INDELEBILE NEI NOSTRI CUORI.

    Mi piace

    • Anonimo ha detto:

      Non ci sono parole per descrivere questo grande dolore , un caloroso affetto va a i genitori a cui il cuore si è frantumato e non si potrà colmare così facilmente , ti conosco tramite foto vincenzo ,devo dire un gran bel ragazzo pieno di vita ,ma oggi Dio ha portato un altro fiore nel suo grandissimo giardino dove lassù splenderai ancora di più …….salutami il mio fratellino Nicola e vegliate su di noi …….baciiii. ciao…….

      Mi piace

  11. ladyelybutterfly ha detto:

    Mi dispiace molto, ma tanto nn si perde niente di chè in questa vita qua

    Mi piace

  12. Ribaudo irene ha detto:

    Alla fine ti 6 arreso stremato da 3 mesi di lotta,ricordo ancora quando lavoravi in campagna da me…fu li ke parlammo x la prima volta,ricordo il tuo sorriso e i tuoi okki verdi ke al sole brillavano o quella volta ke ti presi in giro xkè avevi il telefono fucsia uguale al mio perfettamente abinato al tuo maglioncino rosa e tu mi hai risposto con uno dei tuoi tanti sorrisi…ed è così ke ti ricorderó sempre,con un sorriso stampato in viso….buon viaggio vicè oggi il paradiso ha un angelo in più xoxo

    Mi piace

  13. Anonimo ha detto:

    io non conoscevo personalmente questo bellissimo ragazzo,ma credo che la sua stella brillerà in cielo,insieme ad atre tantissime stelle,che formano l’immenso.
    Con il cuore sono vicina alla sua famiglia.
    ciao vincenzo….

    Mi piace

  14. Anonimo ha detto:

    ABITO A REGGIO EMILIA MA SONO DI MARINEO ,NON CONOSCEVO QUESTO ANGELO ,MI DISPIACE INFINITAMENTE ,SENTITE CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA ,POSSO CAPIRLI ANKIO HO UN FIGLIO DI 21 ANNI E NON OSO IMMAGGINARE IL DOLORE CHE STANNO PROVANDO ,VI SONO VICINI CON IL CUORE DA GRAZIA GUALEMI

    Mi piace

  15. Anonimo ha detto:

    Gentile Prof. Taormina,
    mi permetto di segnalare un fatto spiacevolissimo verificatosi oggi pomeriggio: un paese intero in lacrime non aveva finito di dare l’estremo saluto al povero Vincenzo che la banda musicale attaccava un’allegra marcetta “in onore di San Ciro”. Per par condicio devo ricordare che la stessa cosa ebbe a verificarsi quando, sempre in occasione della festa del Santo Patrono, una nostra concittadina si tolse la vita e mentre il feretro usciva dalla chiesa già sfilava il corto dei marchesi di marineo. Ovviamente senza la banda San Ciro si sarebbe offeso come si sarebbero offesi i marchesi Pilo senza il corteo che li commemorava.

    Oltre alla ripugnanza che ho provato in entrambi i casi, mi sono anche vergognato di essere marinese anch’io.

    Mi piace

    • Giuseppe Taormina ha detto:

      Gentile lettore, come hai detto in premessa possiamo considerarlo un fatto spiacevolissimo. Anche io ho visto che c’era l’intero paese in lacrime a dare l’estremo saluto a Vincenzo. E qui mi fermo, perchè “intero” include “TUTTI”. TUTTO, MA PROPRIO TUTTO IL PAESE IN LACRIME PER VINCENZO. Evitiamo quindi di fare inutile polemiche, cerchiamo invece di fare tesoro delle “riflessioni” che la particolare giornata ci ha offerto.

      Mi piace

  16. Giuseppe La Manna ha detto:

    Non lo conoscevo personalmente, ma è triste pensare quanti progetti, quante speranze si siano spenti con quel sorriso.
    Non posso non rivolgere un pensiero ai suoi genitori poiché niente è più straziante del dover celebrare il funerale del proprio figlio.
    Spero che trovino la forza e il coraggio di andare avanti.

    Mi piace

  17. sabrina ha detto:

    Ho saputo solo ieri della tua triste scomparsa Vincenzo…non ti conoscevo bene…non ho avuto modo di frequentarti….ma non occorre ciò x sapere che un giovane come te aveva tanta voglia di vivere…sarai sempre nei nostri cuori…CIAO VINCENZO…..

    Mi piace

  18. Anonimo ha detto:

    Valeria Taormina
    13/02/2012 ore 10:30
    ……Ricordo solo e sempre questo bel ragazzo col sorriso negli occhi e nell’anima anche se non lo conoscevo personalmente sicuramente lui conosceva me xkè quando ci incontravamo ad entrambi ci scappava sempre “CIAO”…
    Non ci sono parole x colmare il vuoto di questa famiglia, nè degli amici, nè di tutto il paese.
    Ma sicuramente resterà nel nostro cuore e nella nostra mente x sempre come tutti quei giovani ke ci hanno lasciato precocemente. Ciao Vincenzo…

    Mi piace

    • Cirella Spinella ha detto:

      Ciao Vincenzo …..riposa in pace e veglia su i tuoi genitori……..dalle la forza di andare avanti . Mi stringo con estremo affetto a loro e spero che abbiano la forza di vivere il resto della loro esistenza senza te.

      Mi piace

  19. ANONIMO ha detto:

    SALVE, CONSCEVO VINCENZO DA PICCOLO, ACCETTARE LA SUA SCOMPARSA NON E’ COSA FACILE, MA LA FEDE AIUTERA’ I SUOI FAMILIARI AD UNA SERENA RASSEGNAZIONE.
    E’ GIA’ DIVENTATO IL VOSTRO ANGELO CUSTODE.

    Mi piace

  20. krizia ha detto:

    mi unisco al dolore della famiglia e gli auguro ke al più presto gli possa rinascere la voglia di reagire a questo enorme dolore, chè è profondamente doloroso… ciao vincenzo adesso 6 insieme a tanti angeli come te, se ti capita per caso di vedere la mia mamma salutamela e digli che mi manca immensamente!!!! ciao vinci riposa in pace……

    Mi piace

  21. ROMA PAOLA ha detto:

    QUALCUNO HA DETTO CHE A GIORNI TUTTO PASSERA’ E I GIOVANI RICOMINCERANNO LA VITA DI SEMPRE CREDO CHE NOI GIOVANI INVECE DOBBIAMO DARE RISPOSTA NEL TEMPO CAMBIANDO IL NOSTRO ATTEGGIAMENTO, ASSUMENDOCI LA RESPONSABILITA’ DELLE NOSTRE AZIONI E CERCANDO DI ESSERE UN GRUPPO DI AMICI SENZA PREGIUDIZI MA APERTI VERSO TUTTI..E SOPRATTUTTO PROVANDO A VIVERE CRISTIANAMENTE, QUESTO SARA’ IL MODO PIU’ GIUSTO X DARE SENSO ALLA MORTE DI VINCENZO E SENSO AL DONO DELLA VITA!! COMINCIAMO GIOVEDI: HAPPY HOUR ORE 21:00 CASTELLO NON MANCATE!!

    Mi piace

  22. Anonimo ha detto:

    Mi dispiace infinitamente per la scomparsa di Vincenzo, l’ho visto crescere perchè la sua abitazione si trova di fianco al mio box. Porgo le più sentite condoglianze alla sua famiglia per questa grave perdita.Rimarrà sempre nei nostri cuori.

    Mi piace

  23. Anonimo ha detto:

    mi unisco al dolore della famiglia per questa grave perdita.

    Mi piace

  24. Anonimo ha detto:

    ciao figghiò…veglia su di noi tutti,e noi cercheremo di stare vicini ai tuoi…nn ci spiegheremo mai xkè tutto questo dolore,ke senso ha perdere la vita in questo modo così presto!forse dio ha più bisogno di te…ma per fare cosa nn si sa…fatto sta ke nn ci resta ke andare avanti!e alzare gli okki al cielo per incontrarti ogni volta ke vorremo vederti, nella stella più brillante!ti vogliamo un mondo di bene!

    Mi piace

  25. (((R77)))!!!!!!!!!!!! ha detto:

    Ciao Vincenzo, carissimo amico dei sogni notturni. Non ti conoscevo abbastanza bene, ma tramite i miei sogni ho imparato a conoscerti. Nella vita di tutti i giorni, come bravi cittadini bastava guardarci negli occhi per un saluto spontaneo. Non ho partecipato al tuo straziante addio, perchè come sai non posso arrabbiarmi più di tanto e quel giorno lo ero (abbastanza)! Voglio ricordarti, bello come il sole, con tanta voglia di vivere e con la voglia di saper ascoltare, proprio come stai facendo tu con me. Ti prego non mi abbandonare, continua a starmi vicino per aiutarmi e sostenermi ,in questo periodo bruttissimo della mia vita. Mi raccomando Vincè, come ti ho detto più volte, veglia sulla tua famiglia, dagli la serenità di cui hanno bisogno e la forza di poter andare avanti. CIAO RAGGIO DI SOLE!!!!!!!!!!!!!!!!!! (((R77)))…!

    Mi piace

  26. D'Anna rosa Maria ha detto:

    UNA NOTA DI SPERANZA………..
    Ci sono momenti nella vita in cui qualcuno ci manca così tanto che vorremmo proprio tirarlo fuori dai nostri pensieri per riabbracciarlo davvero.
    Solo nella fede in Dio questo abbraccio può realizzarsi! Non solo….ma è solo grazie alla fede in Dio che possiamo dare un senso al nostro dolore e superare le tempeste che la “traversata” della vita comporta.Vorrei regalare a quanti hanno sofferto per la morte di Vincenzo questa lettera che mi fu inviata in occasione di un momento doloroso della mia vita.
    “Se mi ami non piangere!
    Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo,dove ora vivo;
    se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento in questi orizzonti senza fine e in questa LUCE che tutto investe e penetra, tu non piangeresti!
    Qui sono ormai assorbito dall’incontro di Dio,dalle sue espressioni di infinita bontà e dai riflessi della Sua sconfinata bellezza.
    Le cose di un tempo, quì sono piccole e fuggevoli al confronto.
    Mi è rimasto intatto l’affetto per te, una tenerezza che non ho mai conosciuto prima.
    Sono felice di esserti stato accanto e di averti voluto bene. Altrettanto felice perchè ho sperimentato il tuo amore per me.
    Mentre io vivo ora nella serena ed esaltante attesa di poterti riabbracciare, ti prego: pensami felice così!
    Nelle tue battaglie, nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine, pensami sereno e gioiso in questa meravigliosa “casa” dove non esiste il male e il dolore e dove mi disseto intensamente alla Fonte inesauribile del vero Amore e della vera Felicità: Dio.
    Per questo ti dico: “Non piangere più,se veramenti mi ami! Sentimi a te vicino e parlami ancora,
    io ti amerò dal cielo, come ti ho amato sulla terra !”
    Auguro, con tutto il cuore ,tanta serenità e pace interiore Rosa Maria D’Anna

    Mi piace

  27. Giuseppe Taormina ha detto:

    La morte non è nulla,
    sono solamente passato dall’altra parte,
    sono ancora io e tu sei tu.
    Quello che eravamo l’uno per l’altro,
    lo siamo ancora.
    Chiamami come mi hai sempre chiamato,
    parlami come hai sempre fatto,
    non usare un tono diverso,
    non assumere un’aria solenne e triste,
    continua a ridere di ciò che ci faceva ridere insieme.
    Prega, sorridi, pensa a me,
    prega con me, parlate di me in casa,
    come è sempre stato fatto, senza enfasi né traccia d’ombra.
    Che la vita significhi ancora per te
    quello che ha sempre significato,
    che resti quello che è sempre stata.
    il filo non si è spezzato,
    pensi che io sia uscito
    dalla tua vita, perchè non mi vedi?
    Non sono lontano, sono solamente
    dall’altra parte del cammino.
    Vedi, tutto è bene,
    tu troverai il mio cuore,
    ne risentirai la dolcezza.
    Asciuga le lacrime,
    e se mi ami, non piangere.
    Se conoscessi il mistero immenso
    del Cielo dove ora vivo,
    questi orizzonti senza fine,
    questa luce che tutto investe e penetra,
    non piangeresti se mi ami!
    Sono ormai assorbito nell’incanto di Dio
    nella sua sconfinata bellezza.
    Le cose di un tempo
    sono piccole al confronto!
    Mi è rimasto l’amore di te,
    una tenerezza dilatata
    che tu neppure immagini,
    vivo in una gioia purissima,
    Nelle angustie del tempo pensa
    a questa casa ove un giorno
    saremo riuniti oltre la morte,
    dissetati alla fonte inestinguibile
    della gioia e dell’Amore infinito.
    Non piangere
    se veramebnte mi ami!

    Questa poesia/preghiera è stata letta in occasione del 22° Happy Hour dedicato a Vincenzo.

    Mi piace

  28. Antonino Schiera ha detto:

    Veloci e fugace la to presenza, come lu toccu r’una campana… Sberleffo r’una vita ca avia essiri cchiù bona ppi ttià… Occhi ca vulianu tarliarti felice e suadente, sunnu abbruciati pi lacrimi… Lacrimi amari, lacrimi dispirate solcano li visa ri cui ti canusceva… Collu sguardu verso lu cielo assammarato e triste, chinu ri stiddi… Nuatri staremu a circari una stedda soverchiu, à cchiù bedda… Chidda ca nni rici ogni gghiorno ca tu vivi ancora e ppi sempri… Rintra li nostri cori affranti e sofferenti ppi la tua assenza…
    Antonino Schiera
    A te Vincenzo anche se non ti conoscevo personalmente se non attraverso gli occhi e le parole dei miei amici di Marineo!

    Mi piace

  29. Daniele Lo Pinto ha detto:

    Non sono un arduo commentatore di questo blog, ma dinanzi a questa notizia mi si stringe il cuore.
    Sono davvero dispiaciuto per questa notizia davvero triste per la famiglia e per tutti gli amici di Vincenzo.

    Conoscevo Vincenzo solo di vista, essendo che non ho mai frequentato marineo pur essendo originario del paese, ma ricordo il suo viso, non ci sono parole..

    Faccio le mie condoglianze alla famiglia.!!

    Da Daniele Lo Pinto

    Mi piace

  30. fra ha detto:

    Sconoscevo l’esistenza di un paese come Marineo, per mio destino mi trovai a vivere lì la storia più bella della mia vita, m’innamorai di tutto quello che c’era intorno a me, gli odori, i colori, i rumori, la tranquillità, la pace, la gente del paese, e soprattutto le belle persone come te. La storia con Lei mi salvò la vita e forse anche quella di altre persone, fortunato, non saprei ma ho scoperto di avere una figlia di cui conosco solo il volto e il nome altro non mi è permesso. Morire a quest’età è come andare contro natura, ma Dio ha progetti per tutti quanti noi e di te lassù qualcuno ha reclamato bisogno. Un angelo in mezzo ad altri angeli, non piangete per lui, ma portatelo sempre nei vostri cuori; Lui vuole questo…… ciao e non addio ovunque tu sia ci rivedremo un giorno come in piazza a Marineo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: