Marineo, il consiglio comunale sfiducia l’assessore Onofrio Benanti

Marineo – Se vogliamo utilizzare un termine calcistico è finita 9 a 4. Passa con questo risultato l’ordine del giorno, presentato dal consigliere Spinella Mancuso Salvatore “ed altri”, in cui si censura l’ atteggiamento dell’assessore Benanti assunto durante la trasmissione televisiva “Marineo informa“, andata in onda su TSE il 28 ottobre scorso. Con questo voto il consiglio comunale invita il sindaco a ritirare la delega assessoriale al dr. Benanti.

Ci sono voluti ben due sedute consiliari per arrivare a questo risultato. Nel “primo tempo” l’assessore aveva presentato una memoria difensiva, un elenco delle iniziative organizzate nelle funzioni della sua delega e la cronologia epistolare dei “fatti” riguardante la mancata attribuzione della cittadinanza onoraria all’emerito scienziato di origini marinesi prof. Charles De Lisi. A difesa dell’assessore scende in campo  il sindaco che ne giustificava il comportamento: nel comprendere la passione la dedizione e l’impegno assunto in prima persona dall’assessore, si  consideri come uno “sfogo” personale (da tecnico e non politico), questa secondo il sindaco l’interpretazione e la chiave di lettura.  

Nel “secondo tempo” i gol, con il risultato finale di 9 a 4. Un risultato, messo a segno, dai consiglieri di minoranza ed alcuni di maggioranza, dopo un aspro dibattito a centro campo tra la “difesa” e “l’attacco”. Un risultato che di fatto sfiducia l’assessore della giunta Ribaudo. Una sconfitta pesante, della giunta Ribaudo, che nel 2008 partiva con 9 consiglieri di maggioranza ed oggi accusa il colpo ritrovandosi in minoranza in seno al consiglio comunale.

Annunci
Comments
7 Responses to “Marineo, il consiglio comunale sfiducia l’assessore Onofrio Benanti”
  1. Francesco ha detto:

    Bella fiura! nella storia democratica del nostro comune non era mai successo che un assessore venisse sfiduciato dal consiglio comunale. Se ha rispetto per le istituzioni che dia le dimissioni

    Mi piace

  2. 90 gradi ha detto:

    Scritto da benanti prima di essere assessore…… “il carnevale è servito almeno a qualcosa: a ricordarci solennemente che abbiamo un sindaco, che gioca a tennis, anche se il paese non ha strutture sportive: un miracolo della politica! Ma, finita l’euforia del carnevale e ripassata a mente serena la geopolitica (o se preferite, la geopropaganda) adesso, che siamo entrati in quaresima, si cambia registro. Non è più tempo di farse e saranno dolori per tutti, soprattutto per quei cittadini che avranno difficoltà a pagare la prossima bolletta dei rifiuti. Infatti, quel sindaco tanto acclamato ha pensato bene (con delibera 18 del 25 febbraio, giorno di inizio del tempo quaresimale) di aumentare la Tarsu del 100%, ovviamente in sordina e senza preavvisare chi ha il cuore debole e le tasche vuote.
    Quel sindacalista che qualche anno fa aveva sfilato (ma non per carnevale) assieme alle casalinghe per andare a protestare nell’aula consiliare contro il “caro munnizza”, adesso si ritrova (ironia della sorte) sul fronte opposto, a difendere il “caro governo”, ossia gli interessi di una classe dirigente sempre più strategica, reazionaria e fallimentare, che ha definitivamente perso il contatto con la realtà e con i propri cittadini (momenti festivi e zabbinate collettive escluse, ovviamente). Per dirla col principe de Curtis: “Alla faccia del caciocavallo”.”

    Mi piace

    • Anonimo ha detto:

      e mbe….il sindaco ha monopolizzato anche l’informazione (Proff. Taormina e Sanicola apparte che rimangono coerenti) ha fatto chiudere il provocopuscolo e si è “comprato Piazza Marineo” almeno l’ex presidente del consiglio le aveva le tv prima di candidarsi

      Mi piace

  3. ONOFRIO SANICOLA ha detto:

    02 dicembre 2011
    LIBERTA’

    “Io non sono mai stato un giornalista professionista, che vende la sua penna a chi gliela paga meglio e deve continuamente mentire perché la menzogna entra nella sua qualifica professionale.

    Sono stato giornalista liberissimo, sempre di una sola opinione e non ho mai dovuto nascondere le mie convinzioni per fare piacere a dei padroni o manutengoli.”

    ANTONIO GRAMSCI
    DAL BLOG DI FRANCO VIRGA DI OGGI

    Mi piace

  4. ONOFRIO SANICOLA ha detto:

    …e no direttore!
    Questa volta non mi va! Il commento del 2 aprile del signor 90 gradi (di cosa hanno paura a firmarsi. Sembrano i figli di nessuno.) è un falso. Dove lo ha letto? E’ estrapolato da altro testo?
    Cosi non funziona. Se poi lo abbiniamo allo scritto di Gramsci mi viene da star male.
    E se il “nostro” ha cambiato idea? E se Gramsci si fosse sbagliato? E se il sindaco gli è apparso in sogno “convincendolo”?
    Prego siamo precisi perchè a prima vista sembra una trappola o uno dei famosi “copia incolla” di provocopuscoliana” memoria. Già questa firma è equivoca e il testo mi lascia molto perplesso.
    Grazie per la sua consueta ospitalità

    Mi piace

  5. a 90 gradi ha detto:

    con la sentenza della cassazione che assolve i direttori dei blog per i commenti credo che qualcuno debba ingoiare il rospo…

    Mi piace

  6. Anonimo ha detto:

    per comprare un blog basta un assessorato e quello tesse solo le lodi

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: